26 giugno 2017

uMastru buongiorno,

In queste settimane sta succedendo una cosa molto bella, come avrai potuto notare ogni tanto viene in Bottega il mio amico Sandro.

Sandro Cartolano è un giovane Cilentano che ha vissuto giorni difficili in passato a causa di un brutto incidente.

Oggi però, Sandro, sta vincendo la sua battaglia e si sta riprendendo con forza e tenacia gran parte delle sue abilità che sembravano perdute.

Lo conosco da quando, adolescenti, giocavamo a pallone insieme, nelle giovanili della squadra del mio paese, ha un anno meno di me Sandro. Un giorno, dopo qualche anno dal tragico incidente mi chiamò e mi disse: “Giusè, ho deciso di andare a studiare Scienze della Comunicazione.”

Io gli risposi: “ottima notizia, fammi sapere se posso esserti utile”.

Lui mi rispose: ” si fammi prima fare gli esami e poi ci vediamo”, come se niente fosse, con una forza e una testardaggine che lo ha sempre contraddistinto. Ricordo, quando senza pensarci due volte arrivava in anticipo sull’attaccante avversario prendendo piede e pallone, facendogli capire subito chi era che comandava, picchiando duro, ma sempre con umiltà e con un gran sorriso sulla bocca.

Poi sono passati un po’ di anni, io sono andato avanti nel mio percorso e lui nel suo. Ci siamo tenuti d’occhio a vicenda, anche grazie ai social.

Ho sempre osservato la sua grande partecipazione nell’organizzazione del Meeting del Mare a Marina di Camerota e lui ogni anno è sempre venuto nel mese di luglio a #Cip durante il Palio del Grano.

Quest’anno però è successo qualcosa di straordinario per me. Un giorno ad inizio anno ho ricevuto una sua chiamata: “Giusè, come stai? lo sai che mi laureo finalmente? e lo sai che ho deciso di realizzare la mia tesi di laurea parlando del Meeting del Mare e del Palio del Grano? e di come questi due eventi sono importanti per il nostro Cilento?”

Io gli dissi: “fantastico Sandro, hai avuto proprio una bella idea, fammi sapere come posso esserti d’aiuto in questo tuo progetto”

Lui mi rispose: “non hai capito niente amico mio, io voglio che ad aiutarmi, oltre alla mia famiglia, alla mia prof. Stefania Leone, al mio tutor Michele Stingo ed a tutte le persone che già sono al mio fianco, ci sia anche tu e la tua Bottega”

 

Il percorso di Tesi in Scienze della Comunicazione

Bene, adesso siamo qui, abbiamo iniziato questo bel percorso e abbiamo deciso di raccontarlo. Oggi iniziamo, questo è il primo video, quello introduttivo. Ne seguiranno altri che spiegheranno il punto di vista di Sandro rispetto alla Comunicazione di questi due eventi, del Meeting del Mare e del Palio del Grano.

25 luglio 2017

uMastru, come stai?

pensavi mi fossi dimenticato di tenerti aggiornato sul progetto di Sandro? non mi permetterei mai 😉

Come ti avevo anticipato Sandro ha dato una grossa mano alla realizzazione del Palio del Grano e del Campdigrano, addirittura è stato opera sua il comunicato stampa che in questa edizione ha annunciato le attività. Come ogni anno poi è stato dei nostri durante la gara, domenica 16 luglio, sempre presente, sempre lì a bordo campo ad osservare a incitare ed a costruire la bellezza che lo contraddistingue.

In questi giorni, con noi in Bottega c’è anche Antonio Torre, del quale Sandro nutre una grande stima, infatti, di tanto in tanto lo interroga e si fa spiegare delle cose sul funzionamento di certi software. 

Poi ci siamo visti per piccoli meeting nei giorni successivi ed oggi ci siamo incontrati in Bottega per andare avanti sul lavoro di tesi. Siamo a buon punto, oggi abbiamo lavorato sul concetto di marketing territoriale e di costruzione di relazioni virtuose grazie alle strategie di comunicazione.

C’è un passaggio di quello che ha scritto Sandro nella tesi che ti voglio scrivere:

Comunicare nel sociale è un processo di responsabilizzazione della comunicazione! Dobbiamo essere capaci di prenderci le nostre responsabilità quando attiviamo dei processi di comunicazione

Che dirti, come sai queste cose sono alla base del nostro lavoro quotidiano, per ora ti saluto e ti do appuntamento ai prossimi progressi del lavoro che stiamo svolgendo con Sandro!

26 settembre 2017

La cosa bella del lavoro che facciamo noi è che puoi sempre tornare sulle cose (diciamo, quasi sempre) e aggiornarle, raccontarne il seguito, accrescerne il senso.

Eccomi qua, stiamo procedendo spediti, Sandro e io ci siamo visti poco dopo l’estate ma quelle poche volte che ci siamo visti abbiamo lavorato sodo. Per esempio abbiamo fatto due bellissimi laboratori in cui abbiamo rifletutto sulle strategie di comunicazione del Palio del Grano e del Meeting e su come questi due eventi si stiano evolvendo!

Ad un certo punto, Sandro mi ha chiesto?

Ma secondo te, io, in futuro, potrò veramente occuparmi di comunicazione? nel senso che posso veramente lavorare facendo quello che amo fare?

Io non posso rispondere, gli ho detto, sarai tu a darti la risposta.

Eccoci qui, il percorso di tirocinio di Sandro è quasi a conclusione, uMastru bello, i grazie che dobbiamo dire a Sandro sarebbero diversi ma io ne metto qui sotto 2 a cui tengo particolarmente:

Grazie perchè mi hai ricordato che la comunicazione è costanza

 

Grazie perchè mi hai ricordato che la comunicazione è forza grazie alla costanza

22 novembre 2017

Mio caro uMastru, non ci sentiamo da un po’ rispetto al percorso di Sandro, non preoccuparti, ti aggiorno subito con tante belle notizie. Le scorse settimane sono state intense e assai faticose per Sandro, ha dovuto finire la sua Tesi e si è preparato per la discussione all’Università.

Prima di raccontarti come è andata a finire ti voglio aggiornare su una cosa che ritengo molto importante.

Il modello Social Innovation Canvas

Durante il tirocinio con Sandro abbiamo utilizzato diversi strumenti, alcuni molto legati alle strategie di comunicazione altri meno. I due casi scelti da Sandro sono molto diversi tra di loro anche se hanno in comune un forte impatto sul nostro territorio di riferimento. Come tutte le cose complesse, anche per queste abbiamo dovuto scegliere un metodo di lavoro che ci permettesse di sintetizzare e di arrivare a fare un lavoro di analisi e di descrizione a 360° però quanto più profondo possibile.

Il fatto che Sandro avesse come relatrice la professoressa Stefania Leone, devo dirti la verità è stata una gran bella cosa. Abbiamo adottato, un modello che avevamo già discusso ed adattato in un suo corso.
Il Social Innovation Canvas è uno strumento facile da utilizzare, si basa sull’approccio derivante dal Business Model Canvas spostando però l’attenzione sull’impatto sociale del caso preso in esame.

Di seguito ti faccio vedere in sintesi i due modelli che ha elaborato Sandro per la sua tesi.

Oggi siamo all’Università del Studi di Salerno e Sandro sta discutendo la sua Tesi di Laurea, un’emozione straordinaria.

uMastru, devo ammettere che mentre Sandro discuteva la sua tesi con tutti i docenti attenti e curiosi, io oltre a dargli una mano a mandare avanti le slide e guardare lui, ero attratto dal viso dei suoi genitori che in prima fila lo seguivano con un livello di intensità straordinario.

Se Sandro ha raggiunto questo traguardo lo deve a lui ed alla sua forza di volontà ma anche ad una straordinaria famiglia che non smette mai di sostenerlo e di seguirlo.

25 novembre 2017

In un normale percorso di tesi a questo punto dovrei chiudere questo post e salutare tutti. La storia di Sandro è un libro da leggere e da godere ed a questo punto mio caro uMastru siamo arrivati ad una pagina che ci porta al livello successivo.

Il percorso della triennale si è appena concluso e oggi Sandro ha voluto con forza partecipare alla semina del Grano per il nuovo campo di gara del Palio del Grano 2018.

Accompagnato da zio Francesco, per niente impaurito dal freddo e dalla pioggia è venuto fin qui, sul campo di grano arato e pronto per la semina. Per continuare il racconto mi affido a questo video che ho appena realizzato e che in un minuto racconta questo nuovo inizio.

Perché si, la vita è fatta di raccolti ma affinché si possa raccogliere bisogna seminare. Grazie Sandro!